Shabbyfreak    
DIY     decor     La mia vita      Matrimoni

venerdì 22 luglio 2011

Amica fragile

Cosa c'è di più vintage e più cool della porcellana?  Come per tutte le cose che amo, si tratta anche in questo caso di un elemento davvero antico ma comunque  "evergreen"!
Non posso esimermi però ancora una volta  dal  raccontare un aneddoto su mia nonna Emma che per il mio decimo compleanno, sentì una certa impellenza di festeggiare oltre che l'avvento dei miei dieci anni, la mia  entrata ufficiale nel favoloso mondo della porcellana, regalandomi un bellissimo  servizio  da tè per le bambole; cosa questa che ha avuto le sue belle conseguenze, tipo:
1- Un  urgente bisogno di  forsennate ricerche sui banchi dei mercatini, a scapito di qualcuno ai più noto,
2-Ripetuti  stress inferti ai miei cugini ai quali facevo trangugiare litri di tè bollente e che lasciavo tornare a casa loro in preda a  strani tic e sovreccitazioni   causati  molto probabilmente dalla caffeina.
 3- Una totale avversione  nei confronti di uno dei cugini  sovreccitati , che durante un pomeriggio invernale decise deliberatamente e intenzionalmente sotto effetto "caffeina"  di rompermi quel bellissimo servizio, forse esasperato da quei pomeriggi "all'inglese"  che non rispecchiavano la sua  zotica personalità, agli antipodi da quella di un lord.( Bé col senno di poi come dargli torto)
...Nonostante queste mie disavventure non posso fare a meno però di adorare quel fragile mondo della porcellana e di condividere con chi ne ha voglia, un pò di quella sua intramontabile e delicata eleganza.













giovedì 14 luglio 2011

Un amore senza età

Ci sono cose che non passano mai del tutto, cose che cambiano nel corso del tempo ma che restano per sempre. Possono vivere in un ricordo  e trovare nuova vita attraverso le mani di chi, quel ricordo, lo tiene sempre vivo nella mente e soprattutto nel cuore...come quello legato a mia nonna ed alla sua mania per i centrini, li vedeva bene ovunque, anche in bagno, sotto ogni  monile,anche il più piccolo, il  più insignificante dei soprammobili!  Ogni tanto ne tirava fuori uno dalla tasca della vestaglia come un prestigiatore, e individuando un angolo della casa,  per i suoi gusti troppo  spoglio, ne piazzava subito uno con sua grande soddisfazione!
Se in passato quei centrini erano per me  sinonimo di kitsch, oggi si rivestono di quella patina magica che svela, non solo ai miei occhi, ma anche  a quelli delle  giovanissime le potenzialità di utilizzo legate  a quelli che non vengono più comunemente chiamati "centrini", ma più chiccosamente con il termine inglese "doilies".  Naturalmente io non faccio testo, perché li ho sempre adorati, forse per via di mia nonna e di mia madre che mi hanno "nutrito" di quello che alla fine era solo pseudo kitsch, e che invece, oggi è considerato super chic!
... Guardare per credere!...