Shabbyfreak    
DIY     decor     La mia vita      Matrimoni

giovedì 15 novembre 2012

Per te...


Primo: non mi dire che non te lo aspettavi
Secondo: le persone speciali meritano sempre attenzioni speciali
Terzo: lo so che nel tuo piccolo, ma proprio nel tuo piccolo piccolo sei timido (uahuahua!) 
Il mio  scopo però  non è certo quello di metterti in imbarazzo, quanto, piuttosto quello di dedicarti queste mie parole, che non sono  molto, ma  che esprimono esattamente ciò che penso e sento per te... Quindi, in questo giorno così importante, che è poi il tuo compleanno, ne approfitto per dirti GRAZIE! Grazie per tutto quello che hai fatto e fai ogni giorno per me, grazie per il sorriso che mi regali ogni mattina appena apro gli occhi, grazie per avermi aiutato a "scegliere" di essere una persona diversa da quella che ero dieci anni fa, quando ancora non ti conoscevo, grazie per avermi fatto capire che nella vita le cose vere ed importanti esistono solo quando si hanno occhi per guardare. Grazie perché con te ho imparato che "volere è potere" e che la ricchezza vera non è quella che ti permette di comprarti una "Chanel 2.55" (Anche se quella porca miseria, è proprio bella!), ma quella che ti fa apprezzare le piccole cose che ti circondano...Grazie perché ogni momento insieme a te è una festa in cui il regalo più bello è la tua intelligenza, la tua contagiosa simpatia, quella semplicità che ti fa  essere al di sopra delle mode del momento come canta  Jovanotti, una volta tu mi hai detto che quella frase mi rappresenta, ma io credo  si addica molto di più a te che sei sempre stato "vintage" dentro, fin da quando bambino rimanevi imbambolato di fronte alle monete antiche di nonno Pippi, e già si animava  in te il fuoco sacro del collezionista. Grazie per quella canzone che hai scritto per me,  e che mi ha fatto capitolare, ma soprattutto per aver varcato la soglia di quel negozio, senza la tua perseveranza ed il tuo coraggio, non avrei mai saputo quanto grande  fosse il cuore che si  nascondeva sotto quella giacca! Grazie per non avermi mai abbandonata neanche nei miei momenti bui e di aver  permesso a Picasso di incontrare Borges nella nostra straripante libreria...Grazie per tutto quello che sei...
 UN DIAMANTE IN MEZZO AL CUORE...Il mio!

TANTI AUGURI MARITO AMOR MIO!




venerdì 9 novembre 2012

"Qui siamo tutti matti".


C'era una volta un re, seduto su un sofà, che disse alla sua serva  :"Raccontami una storia!" e lei incominciò...
 E' passato tanto tempo dall'ultima volta in cui ho  scritto nel mio blog che quasi dimenticavo la magia dell'abbandono che ti avvolge quando intraprendi una scrittura fatta di puro piacere, senza regole, senza argomenti precostituiti,  spaziature o dimensioni di caratteri obbligati! E' un pò come entrare in una dimensione  fatata quando con il click del mouse entro nel mio mondo freak e incontro persone che nella vita di tutti i giorni non vedo ma sò che ci sono, proprio come nelle fiabe, a dimostrazione del fatto che non sempre la fantasia si scontra con la realtà e che, anche questa nonostante la sua immanenza, ci regala luoghi davvero incantati, ed i giardini di Ninfa sono tra questi! Qualche domenica fa insieme alla mia bella e  numerosa famigliola, mi sono letteralmente tuffata  nello scenario e nei profumi di questi giardini,


  e li  ritengo ancora la cosa più bella che abbia mai visto (dopo la Cappella Sistina!). Avevo avuto già la fortuna di visitare questo "polmone verde" vicinissimo tra l'altro alla mia città, e questa seconda volta è stata più sorprendente della prima, in cui mi erano sfuggiti alcuni  bellissimi particolari come i muri in pietra ossidati per esempio... o un grande melograno da cui pendono frutti succosi...




...Il sentiero della lavanda non era nel suo periodo di fioritura purtroppo... ma passandovi accanto si può ancora cogliere tutta la sua inebriante fragranza...


Con i suoi otto ettari di terreno, i giardini di Ninfa accolgono circa 1300 specie di piante... Uno tra i miei esemplari preferiti è quest'albero giapponese che mi ricorda le atmosfere dark di Tim Burton, che adoro!


...E se sarete fortunati può anche capitarvi di imbattervi in una piccola Alice alla disperata ricerca del suo amico Bianconiglio..e guardandola forse, vi sembrerà, come è capitato a me, di essere stati catapultati in una realtà parallela, dove tutto è possibile...persino pensare a quant'è bello essere matti!






mercoledì 26 settembre 2012

Un papà per Holga


Buongiorno,  buon mercoledì e ben trovati a voi  amici, vicini e lontani, a voi lettori adorabili e sempre pronti a regalarmi,  oltre alla vostra attenzione, anche delle parole carine ,  ed anche a voi che vi trovate qui  per puro caso e leggete  (… o che non leggete … nel tal caso non mi offendo… vi capisco , molto probabilmente neanche io mi leggerei!) … Allora! E’ arrivato l’autunno, bello , bellissimo, se non fosse per i capelli, che nonostante la bella “zaccagnata”, traduco: “tagliata”, continuano a cadere a perdizione… e poi nell’aria  non si si respira  un po’ di un? …non so cosa, io lo chiamo depression mood, una sorta di stato umorale perpetuo  della domenica sera, o forse  ho solo le allucinazioni dovute  al mio spirito del momento post-estate un po’  melanconico- bohème  della serie “artista-maledetto nessuno mi può capire lasciatemi crogiolare nella mia disperazione!”  Ok la finisco e vi mostro invece un regalo, che insieme al mio maritino, abbiamo  donato al nostro caro amico Marcello, lui sì che è un artista vero, mica come me che blatero rivolgendomi  a voi povere vittime sacrificali!... Se fra di voi c’è un amante del vintage, o della fotografia, o di tutte e due,  non può non conoscere la mitica “Holga”!



 Ci è venuta in mente come regalo perché  Marcello, oltre ad essere un fotografo bravissimo, ma che dico bravissimo, fenomenale, ma che dico fenomenale, S-T-R-A-T-O-S-F-E-R-I-C-O!  e’ un vero artista, quindi  volevamo evitare un regalo banale, e viste le  super accessoriate e super professionali  macchine fotografiche che usa per realizzare i suoi lavori ( per chi fosse interessato, può  vedere qui  http://www.marcellomoscara.it/ ), abbiamo pensato di regalargli questa “Toy camera” legata, oltre che  ad un traguardo importante come quello dei quarant’anni, anche al momento più importante della sua vita: la nascita della sua bambina  Olga ! E del biglietto che ne pensate, non è carino?



 L’ho disegnato io! Alcuni particolari sono difficili da  capire per chi non conosce il personaggio, ma sono sicura che a lui è piaciuto molto!! …(Spero)

venerdì 21 settembre 2012

Volere Volare



Buongiorno e ben trovati!...Ecco qua , ci risiamo, ottobre è alle porte e non riesco ancora a liberarmi di quell’ansia che mi attanagliava, quando a settembre  con i miei  diciassette anni ed i miei sessantacinque chili di allegria,  varcavo la soglia della mia classe ripresentandomi  a scuola,( ma ai tempi si trattava delle scuole superiori, ora dell’università, all’epoca ero adolescente, ora più che adulta!) pronta per un nuovo anno scolastico, che di buono preannunciava veramente poco!... No,  scherzo, sono sempre stata una studentessa modello, tranne in matematica, quando il professore di turno rimaneva sbalordito nello scoprire il cervello più restìo del mondo ad elaborare numeri, equazioni, espressioni e quant’altro! (mia cara cugina che ti prodigavi nell’impartirmi estenuanti ore di ripetizioni spinta solo dal bene che ci lega, ricorda: la tua santificazione è prossima) ... Ma quando prendevo in mano una matita, o ancor meglio una semplice “bic”,  il mio “strumento” da disegno preferito, allora sì che l’insegnante, (sempre di turno) si apriva in un sorriso facendomi dimenticare la pessima figura fatta nell’ora precedente!


 E  questo mi succedeva già in tenera età, negli anni dell’asilo, quando suor Zelinda, sì , si chiamava proprio così, andava di classe in classe mostrando i miei disegni che ritraevano giovani e fascinosissime donne con capelli “stile principessa Rapunzel”, che si portavano beatamente a spasso un bel topo legato ad un  guinzaglio, questo andava dignitosamente a sostituire il solito cagnolino, che nella  mia testa, già abbastanza contorta, era troppo scontato e banale! Per ovvie ragioni la mia cara suor Zelinda, (pace all’anima sua) era così a sua volta “intrigata” da questa strana ragazzina, cioè me, che con dovizia di particolari, (e devo dire modestamente  ben disegnati per essere una bambina di tre anni), ritraeva in maniera ossessiva, con variazioni sul tema, topi al guinzaglio.  Ma non immaginatevi i topini carini di Cenerentola, ( e dalle cò ste principesse! Scusate ma ho quattro nipotine!), piuttosto delle vere e proprie pantegane  che trotterellavano con attaccato al collare un bel sonaglino: un incubo insomma! 


Scusate questa divagazione, ma sono così affezionata a questi miei giovani exploit, che un giorno di questi li scannerizzerò e ve li mostrerò. (eh no che non voglio risparmiarvi!) Comunque tutto questo serviva solo come scusante per sfogarmi un po’ con voi, perché ieri non è stata una giornata tanto semplice per me, (ad onor del vero, nessuno degli anni universitari lo è stato), quando anni fa decisi di riscrivermi nuovamente all’università non immaginavo  sarebbe stata così dura, ora che è quasi finito tutto e la laurea è alle porte ( speriamo!) anche la mia pazienza, la mia forza l’entusiasmo ed il coraggio sono arrivati al capolinea! Se Celeste, la mia amica, non avesse affrontato con me gli ultimi anni di università negandomi così la sua contagiosa simpatia (per non parlare dei suoi capelli super svolazzanti) alcune  giornate ,soprattutto quelle invernali, fredde e piovose sarebbero state veramente difficili da affrontare. Quindi a te… Grazie!...


  Ieri l’ultima prova : sono uscita per l’ennesima volta indenne da orde di ragazzini ansiosi che si mangiavano unghie fino all’osso, da ascelle puzzolenti dovute non alla scarsa igiene ma al groviglio di ormoni impazziti che pullulava nell’ambiente, da scene “madri” degne solo del defunto Merola…Ma finalmente ce l’ho fatta! Ho consegnato la mia domanda di laurea… e se tutto va bene a dicembre è finita! E questa  ex commessa, nonché ex barista, nonché ex cameriera, nonché ex operaia, nonché ex baby-sitter, nonché ex disegnatrice di pantegane,  finalmente diventerà (ribadisco: Speriamo!)  una dottoressa in scienze dei beni culturali!...  Ed  ogni volta che ci penso, mi tornano sempre in mente suor Zelinda e  quei topi al guinzaglio, a riprova del fatto che, anche chi nella vita  si sente fuori posto, “strano” o “diverso” alla fine, se lo vuole, può volare! 

martedì 18 settembre 2012

Sul concetto di Originalità


Buongiorno e ben trovati! Oggi vorrei  parlare di un argomento che mi colpisce sempre molto e nel quale, ultimamente mi sono più volte imbattuta, specialmente  durante le letture consuete dei miei blog preferiti, e non solo… Ma che cos’è l’originalità? Sul dizionario è definita così:o-ri-gi-na-li-tà autenticità ,originarietà , l'essere autentico , novità, freschezza ,singolarità  geniale, unicità ,stravaganza
 eccentricità caratteristica di chi o ciò che è inconsueto e bizzarro.




 In questo mondo ed in quest’epoca dove tutto subisce una “contaminazione”, dove sul web tutti si espongono, e dove tutti possono trovare tutto, dove difficilmente si riesce a scindere l’originale dal “falso” , possiamo ancora accampare diritti sull’autenticità delle nostre idee, delle nostre creazioni o delle nostre scelte? Quando le rendiamo “disponibili”, a mio avviso no.  Certo sarebbe opportuno, o semplicemente di buon gusto che l’interessato/a,  oltre ovviamente a non prendersi i meriti di un suo fantomatico lampo di genio , si prendesse  per lo meno  la briga  di citare la sua fonte di ispirazione, questo sì,  ma In fondo,  tutti prendiamo ispirazione da qualcosa o qualcuno, persino Picasso nella grandezza del suo genio non ha fondato  certo il cubismo dal nulla! Si è ispirato a Cézanne,  rivoluzionando completamente il concetto di arte… ma Picasso  è una realtà che messa a  confronto  della  mia infinitesimale piccolezza non c’entra nulla… e lo cito solo  perché, oltre ad adorarlo  incommensurabilmente , volevo rendere bene l’idea! 


Ma dov’è allora che voglio arrivare? Al succo naturalmente, a quello che conta… A quell’attimo in cui nasce e si sviluppa un’idea, un  tuo progetto, a quel momento in cui lo realizzi, al significato profondo che gli dai , alla gioia, alla passione, all’amore,  che tu, e solo tu puoi  mettere  nel renderlo vero!  Allora lascia pure che qualcuno ti emuli,  perché non è forse   là , che risiede  l’“originalità”  e la magia della loro  irripetibilità?...

mercoledì 5 settembre 2012

New york New York



Buongiormo a tutti ! Finalmente si respira dopo mesi di caldo torrido, con ventilatori sfiniti dal continuo vorticare, con conseguente  ed inevitabile "botta di cervicale" postuma, (di cui io sono una prova vivente), condizionatori che hanno pericolosamente incrementato  i consumi energetici, per non parlare delle notti insonni passate a cercare come forsennati l'angolo più fresco del letto, una sorta di caccia al tesoro dall'esito ridicolo, soprattutto quando ti ritrovi   a leggere  un romanzo erotico trash come "Cinquanta sfumature di grigio", perchè quando mr.Grey se ne esce con  frasi del tipo "dovresti indossare solo seta baby", ti accorgi che la nottata assume definitivamente "cinquanta sfumature da incubo" al posto delle "cinquanta sfumature di tenebra".  Libri a parte, l'estate 2012 è stata comunque fantastica, e per non perdere lo smalto della bella stagione che pian piano lascia il posto all'autunno, cosa c'è di meglio che tuffarsi nella programmazione di un viaggio?... E' dal lontano 2009 che non ne faccio uno, uno di quelli in cui ti perdi per il bisogno di ritrovarti... Parigi è una di quelle mete, la preferita da me e dal mio maritino, in cui torniamo periodicamente almeno ogni due anni...stesso aereo, stesso albergo, stessa felicità... Quest'anno però abbiamo deciso di fare uno strappo alla regola, finalmente dopo anni di attesa...si vola a New York!...

 
Quando ero bambina, due erano i miei sogni nel cassetto: essere un'artista e visitare New York...

 
...Sul primo ci stò lavorando... Il secondo si stà per avverare...E non vedo l'ora...
 
 

 

lunedì 27 agosto 2012

Un frigorifero nuovo


Buongiorno a tutti e buon lunedì! Per me, questo inizio settimana comincia all'insegna di una spesa pazza, ma sicuramente utile ... Immaginerete  che, quando un  frigorifero decide di rompersi in pieno agosto con una temperatura esterna di quaranta gradi , l'unica soluzione sia quella di ricomprarlo immediatamente, senza stare lì a cincischiare! E invece no...troppo facile per me, che  (e in questo sono bravissima!)  in qualche modo devo sempre complicarmi la vita... Quindi, per farvela breve  ho trascorso la settimana scorsa a scandagliare il web alla ricerca di idee..".Per un frigorifero?" vi chiederete voi... Eh ve l'ho appena detto che non sono normale!...Comunque, inizialmente sono partita con un' idea, secondo me bellissima! Volevo recuperare una vecchia ghiacciaia o un antico mobile che la contenesse, incassando poi dentro il frigorifero, avevo anche trovato dei mobili molto simili a quelli che vedete sotto, ma erano o troppo piccoli, o troppo costosi... Nonostante tutto l'idea continua a piacermi moltissimo, prima o poi la realizzerò...


 Abbandonata solo per il momento questa possibilità, cercando,  sono riuscita a "scovare"  altre idee,  molto carine e sicuramente molto  vantaggiose anche dal punto di vista economico ...EVVIVA!

Alla fine, sapete quale abbiamo  scelto? Non lo Smeg, anche se, sono sincera, l'adoro, ma i prezzi sono quasi proibitivi e la capacità interna, (perlomeno se si sceglie il modello monoporta) è davvero ridotta!
Quindi, abbiamo optato per l'ultimo qui sopra, quello rosso, ( ma noi abbiamo preferito  la versione panna )  dell'azienda Bompani, che ha una capacità interna maggiore rispetto a  quella dello Smeg ed il prezzo è sicuramente vantaggioso...Un  sonoro Hip Hip Urrà PER ME! ... Ok siete autorizzati a rinchiudermi!!! 
A prestoooo!!!


lunedì 20 agosto 2012

The Wedding Day- The last part.


Buongiorno a tutti e buon lunedì! Sono rientrata dalla mia bellissima vacanza nel Salento e ho assolutamente intenzione di mantenere la promessa fatta mostrandovi  gli altri particolari del mio matrimonio... Innanzitutto vi ringrazio ancora una volta per il vostro calore, per i complimenti, per la carica che mi trasmettete, tanto che non vedevo l'ora di ritornare per pubblicare questo post e condividere con voi il ricordo di questo giorno speciale!...Poi ritornerò alla normalità, scenderò finalmente dalle nuvole e inizierò a lavorare sul serio...Mi aspettano molti progetti che richiedono super concentrazione...Tipo?... La tesi di laurea per esempio! Tasto dolente questo...Ma sorvoliamo...Poi ho tanti mobili da restaurare, un super corso da frequentare, una craft room da allestire... Una casa da "rimodernare"... Un regalo di compleanno da preparare... E non dico altro, vi lascio semplicemente alle immagini...


...Arrivata a destinazione con il sostegno del mio bellissimo papà...


...L'antica madia si veste di pizzo...



Biscotti e crostatine "home made" fatte dalla mia favolosa sorellona...




...E nella vecchia valigia tante scatoline in carta  craft  avvolte in fazzoletti vintage e chiusi da piccole medagliette porta foto a forma di cuore...i cosiddetti"Cadeaux de mariage" o bomboniere, che dir si voglia... 

...E vissero per sempre felici e contenti...















mercoledì 25 luglio 2012

The Wedding day! -part I-


Buongiorno a tutti! Eccomi qui come promesso, voi come state? Spero che quello passato sia stato per voi un bel fine settimana! Per me è stato indimenticabile, chi mi segue  sa' che sabato scorso mi sono sposata e che aspettavo il momento che tutto fosse passato per mostrarvi alcuni dettagli del matrimonio... Vorrei cominciare con il parlarvi della location, che ci ha ospitati: il "Tacconibus" un bellissimo locale situato nel cuore di Priverno, che i nostri amici Ludovico e Cecilia , i  proprietari del suddetto locale, hanno ricavato dalle vecchie stalle della loro antica dimora. Appena avrò le foto vi mostrerò la bellezza di quello che secondo me, è un luogo davvero magico, ma chi di voi dovesse essere particolarmente curioso può visitare la pagina facebook, http://www.facebook.com/Tacconibus o il sito del locale http://www.tacconibus.it/ . 
Tutto è stato impeccabile, soprattutto grazie alla professionalità di ragazzi stupendi ed impagabili come Ludovico e Cecilia appunto, che hanno soddisfatto con grandissima pazienza e dedizione tutte le mie "bizzarre" richieste, aiutati ovviamente dalla dolcissima ed instancabile mamma, dalla signora Vincenza, da Agnese, Francesca e tutte le altre ragazze dello staff, e non per ultimi il fantastico chef Lino, responsabile del buffet, aiutato dalla moglie Isabella e dal nostro mitico Rosario! Un team veramente stupendo per il quale provo un immenso affetto e una grandissima ammirazione! Grazie ragazzi!

...Le scarpe...

...Qualche decorazione...


...Un ricordo a fumetti... la nostra storia!

...Il bouquet...



lunedì 16 luglio 2012

Dirittura d'arrivo!


Buongiorno e buon lunedì a tutti! Eccomi qui in dirittura d'arrivo! Eh già, chi ha letto l'ultimo post, è già a conoscenza del fatto che mancano pochissimi giorni al mio matrimonio, il 21 luglio 2012 infatti, convolerò a nozze con l'amore della mia vita, sono così felice e consapevole di questo, perché dieci anni insieme a Lui, (Sì, lo scrivo con la lettera maiuscola!)  mi hanno resa molto diversa dalla persona che ero, mi hanno dato la possibilità di guardarmi dentro e di capire chi  davvero voglio essere...ma questa è un'altra storia... Piuttosto vi avevo lasciati con qualche indizio riguardante alcuni particolari di questo matrimonio totalmente "handmade", bene, visto allora che, tutte le partecipazioni sono giunte a destinazione, è arrivata l'ora di mostrarvele, Ci ho lavorato su per circa un anno, ovviamente a tempi alterni e con pause lunghe anche mesi, ma questo che vi mostro è il risultato, che non vi nascondo, mi rende molto orgogliosa...




...Ora vi lascio, con la promessa di scrivervi presto e con tanto di fede al dito! ... Buona settimana a tutti!

giovedì 21 giugno 2012

Meno UNO al grande passo!


Buongiorno a tutti! Scusate la lunga assenza, so perfettamente che un blog, per riscuotere successo guadagnandosi un pubblico affezionato, dovrebbe essere  aggiornato costantemente, chiedo venia per le mie mancanze, soprattutto  a chi legge sempre i miei post e spende  delle parole molto belle per commentare e farmi dei complimenti, a queste persone vanno i miei più profondi ringraziamenti!...E a proposito di sentimentalismo... ho una bella notizia da darvi: manca un mese esatto al giorno del mio matrimonio! Un mese, e ancora non mi rendo conto di come il tempo sia volato, ben tredici  mesi sono trascorsi da quella mattina del trentuno maggio duemilaundici, in cui svegliandomi, mi aspettavo di ricevere solo auguri di compleanno, che sono arrivati certo dal mio grande amore, ma corredati di proposta di matrimonio con  bellissima veretta di zaffiri (la mia pietra preferita) annessa! Wow! Mi girava la testa ma, le cose belle della vita sono queste... quelle che accadono rendendoti felice quando meno te lo aspetti...
Comunque, da allora la mia mente ha cominciato a frullare neanche fosse un "minipimer" e idee su idee si sono accavallate fino a creare una torre di Babele da cui ha preso vita tutta l'organizzazione... vi mostro in anteprima alcuni indizi e vi prometto che trascorso quel giorno, pubblicherò  tutte le cose che ho realizzato e che sto' documentando con la mia fedele macchina fotografica...





in molti mi chiedono come sarà il vestito e alcuni sanno che sarà quello che mia madre indossò il giorno in cui si è sposata  con mio padre, il ventidue settembre del 1973, è un desiderio che si avvera perchè ho sempre adorato quel vestito in perfetto stile hippie!... il nostro matrimonio l'abbiamo sempre immaginato così, una grande festa immersa in un atmosfera  bohemian , vintage e bucolica insieme, e finora tutte le nostre aspettative non sono state disattese...




 poi lasceremo l'ultimo verdetto ai nostri fantastici ospiti!  Ma non vorrei svelarvi troppe cose... quindi vi lascio augurandovi un favoloso fine settimana e con la promessa di tornare presto!  


mercoledì 23 maggio 2012

Segnaposto per Benedetta...


Buongiorno a tutti, oggi voglio mostrarvi un altro bel lavoretto che ho realizzato con molto piacere per Benedetta, una dolce ragazza di quindici anni che, in occasione della  sua cresima,  mi ha commissionato dei segnaposto ispirati al mondo delle pietre preziose...


Inizialmente ero molto indecisa sul motivo da adottare, temevo di scegliere qualcosa di troppo pesante  o poco consono, alla fine ho pensato di lasciarmi ispirare dalla tendenza del momento, che allo stesso tempo rimane un classico intramontabile: il pizzo! Ho cercato di puntare sui colori per richiamare ovviamente quelli delle pietre, ma li ho usati anche per dare un tocco di freschezza, per sdrammatizzare sia il "motivo" che il tema stesso dei segnaposto...


Benedetta e la sua mamma, Simona, sono state molto soddisfatte, ed io sono stata molto felice di essere stata d'aiuto, e in piccola parte di avere condiviso con loro un evento molto importante!