Shabbyfreak    
DIY     decor     La mia vita      Matrimoni

martedì 14 ottobre 2014

Come ti trasformo il comodino

Buongiorno e ben trovati! Oggi vi mostro un lavoro eseguito qualche tempo fa grazie ad un fortuito incontro tra me e un vecchio comodino abbandonato per strada,
In un giorno di sole io e il mio maritozzo stavamo facendo una passeggiata al mare, quando ci imbattemmo per caso in questo vecchio comodino, abbandonato appunto, probabilmente dagli abitanti delle case estive che si trovano lungo il litorale. Da una prima osservazione, il mobile non presentava nessun danno irreparabile che mi potesse spingere  a non prendere in considerazione l'idea di portarmelo a casa e trasformarlo completamente. Detto fatto! In quattro e quattr'otto ho coinvolto mio marito nell'impresa, ce lo siamo caricato in macchina e portato a casa.



Il giorno dopo mi sono messa subito al lavoro: come prima cosa mi sono occupata della pulizia del comodino con un panno umido, per passare poi alla  disinfezione dello stesso  con essenza di trementina, successivamente dopo averlo carteggiato, mi sono dedicata  alla fase più divertente, quella della pittura. Ho utilizzato due tipi di pittura, per le cornici ho adoperato la tonalità chiara  della Farrow and Ball  'Bone', mentre per il resto della superficie ho utilizzato uno smalto all'acqua super opaco color rosa confetto. E il risultato è questo: non è irriconoscibile? 



Presto vi aggiornerò con un nuovo importante progetto! 

A presto









venerdì 3 ottobre 2014

Una nuova avventura


Penelope vive da sei mesi nella mia pancia, da oltre un mese sento i suoi calcetti, ma non riesco ancora ad immaginarla. 
Per ora è un profilo dispettoso, è una morbida copertina ancora da terminare, è un paio di jeans a pois che non posso più indossare.
E' una cugina già coccolata, e una nipote già viziata, è un arcobaleno che vedo tutti i giorni, anche se non è piovuto. 

Penelope è l'avventura che aspettavamo... E' la femminuccia che desideravamo.
E' l'amore di mamma e papà, 
e il nostro cuore ha rapito già.





venerdì 29 agosto 2014

Trasformazione di un mobile Cervantes

Buongiorno e ben ritrovati, manco da un po' di tempo dal mio blog e in occasione della mia 'rimpatriata' voglio mostrarvi un lavoro che ho realizzato la scorsa primavera: il restauro e la decorazione in stile shabby chic di un cervantes dei primi del Novecento. Il cliente che mi ha commissionato questo lavoro aveva bisogno di un mobile che si sposasse perfettamente con il proprio salotto. La mia consulenza è iniziata proprio dall'osservazione di quest'ultimo ambiente, dai colori, dalla disposizione e una volta prese le misure mi sono recata dal mio antiquario di fiducia, e  in un angolo impolverato l'ho visto! Ho avuto il colpo di fulmine per un bellissimo mobile che giaceva coperto di uno spesso strato di sporcizia, in condizioni assolutamente pessime, pieno di buchini prodotti dai tarli, e addirittura con alcune parti mancanti. Dopo aver 'mercanteggiato' a lungo con il mio vecchio amico, sono riuscita a strappargli un ottimo prezzo e il giorno dopo il mobile mi e stato consegnato, non mi rimaneva altro che mettermi subito al lavoro, e francamente non vedevo l'ora di mettere le mani su quel gioellino!
Ecco qua la trasformazione che mi è costata sì molta fatica e pazienza, ma che alla fine mi ha dato anche molta soddisfazione. Sono stati molto i problemi che ho dovuto affrontare, soprattutto durante la fase del restauro dove il classico stucco di certo non poteva bastare a ricostruire parti delicate come i piedi per esempio, senza considerare i grattacapi che mi hanno dato gli aloni dovuti ai trattamenti che il mobile aveva subito negli anni precedenti, pronti a riemergere anche a restauro ultimato, successivamente alla stesura della pittura!
Ma ora è arrivato il momento di mostrarvi la trasformazione!




Ciao e alla prossima!







venerdì 31 gennaio 2014

Lettera a Frida, fiore d'acciaio.

Non ho mai visto un tuo quadro dal vero, forse perché quell'anno, in quel lontano millenovecentonovantanove in cui ti portarono a Roma per la prima volta, ero in un periodo che qualcuno di non molto importante ha definito 'no', mentre io considero quel  momento come una  fase di transizione, di sperimentazione e di maturazione. E forse è stato meglio così, perché  probabilmente allora, poco meno che ventenne, non avrei saputo cogliere quella minuzia dolorosa e piena di vita che colma ogni tua singola tela, e forse, e sottolineo forse, non mi ritroverei ora, più che trentenne, ad aspettarti come una bambina aspetta la notte di Natale per scartare il dono tanto desiderato.
Frida. Corpo troppo piccolo per contenere tanta forza. Nido d'acciaio pieno di speranze disilluse. Fringuello mutilato senza paura. Mi  insegni sempre qualcosa, e quando la barca  si incaglia e il vento soffia forte, guardo in su, oltre le nuvole, e penso a te che senza  i piedi, con le tue ali, sei riuscita a volare.

mercoledì 15 gennaio 2014

Foxy lady

Buongiorno! Siamo al giro di boa della settimana e questo non può che farmi un piacere grandissimo dato che il lunedì e il martedì somiglio più a uno zombie! Bene, quest'anno è iniziato decisamente bene! All'insegna delle belle notizie, del calore, dell'amore, inoltre mi dovrò rimboccare le maniche e questo...MI PIACE! Odio l'atarassia e come mi fa sentire a fine giornata: totalmente inutile!  Ed è proprio per questo che sono sempre alla continua ricerca di nuove idee e nuovi spunti. Spesso mi rifugio nel mio 'laboratorio' e  comincio a tirare fuori di tutto, avete presente quelle scatole in plastica, o in tessuto usate  per riporre i panni durante il cambio di stagione? Ne ho all'incirca una decina, e non  ricordandomi mai dove ho messo cosa, comincio a svuotarle tutte per cercare l'ispirazione, e tutto questo nei ritagli di tempo dal lavoro.
Cercando, cercando mi è venuta però un'idea molto carina: in un post precedente ho realizzato un timbro a forma di ancora, e quando me lo sono ritrovato tra le mani ho pensato: ne faccio uno a tema invernale, è da questa intuizione che nasce foxy lady, eccola qua, piacere di presentarvela!


Come per l'idea precedente ho utilizzato un foglio di gomma Adigraf, ho prima disegnato la sagoma sul foglio e successivamente  l'ho inciso con l'apposito scalpellino...







Io la trovo adorabile, sarà poi  che la volpe è un animale che mi piace molto...elegante e astuta, una vera 
regina del bosco...

Vi auguro una buona giornata!

A presto... 

venerdì 10 gennaio 2014

Wedding in wonderland

Buongiorno e buon venerdì!
Con l'inizio dell'anno nuovo ho stilato la mia personale lista di progetti : mangiare più sano, fare più sport, vivere 'organizzata', cambiare casa, risparmiare, ma soprattutto 'FARE!', questo sarà in assoluto il mio leit motiv . E' arrivato il momento di 'afferrare il toro per le corna',come si suol dire! Apriamo tutti i cassetti impolverati allora, e facciamo risplendere i nostri sogni, come? REALIZZANDOLI!

E a proposito di sogni, sono felice di mostrarvi le foto (finalmente) dell'evento 'Wedding in Wonderland' tenutosi  a Roma lo scorso 10 novembre, nella splendida cornice di Palazzo Brancaccio. http://shabbyfreak.blogspot.it/2013/11/aspettando-wedding-wonderland.html

Mi piace l'idea di inaugurare un nuovo anno per il blog, parlando di matrimoni, spero sia di buon auspicio per me e per tutte le  future spose che hanno scelto questo duemilaquattordici per festeggiare le proprie nozze.

La preparazione dell'arco nuziale...

L'allestimento terminato...



La  mise en place ...
Il tavolo con dolci e bomboniere...
Mia sorella Fabiana e la sua collega Ludovica  hanno realizzato questi fantastici cupcake, biscottini  cake pops e mini cake. Non sono deliziosi? Non solo da mangiare con gli occhi, squisiti anche al palato...



Mi sono divertita molto a traformare dei semplici sgabelli in sedute speciali per i nostri sposi... Nastri di raso e stelle marine sono stati i miei preziosi alleati.




...Ancora una piccola mini cake ...


E per finire bomboniere e partecipazioni fatte da me ....

E questo è tutto! Vi lascio con questo primo post del duemilaquattordici augurandovi tutta la felicità che desiderate!
   
A presto...

venerdì 8 novembre 2013

Aspettando Wedding Wonderland

Buongiorno e buon venerdì! Mi aspetta un fine settimana all'insegna del lavoro, un lavoro bello, creativo e assolutamente romantico...Questa domenica la città di Roma ospiterà 'Wedding Wonderland', e il lussuoso Palazzo Brancaccio sarà la splendida cornice di questo attesissimo evento dedicato ai matrimoni, che ospiterà gli espositori: i più importanti professionisti del settore.
Io parteciperò in veste di collaboratrice  con il T-village, una strepitosa location sul mare  che si trova ad Anzio e  che  offre la possibià di sposarsi direttamente sulla spiaggia, circondati solo dalle bellezze marine e dall'eleganate struttura riservata al servizio di catering. Se siete curiosi di conoscere il t-village potete cliccare direttamente su questo link  http://www.t-village.it/
In occasione di 'Wedding Wonderland' abbiamo quindi pensato di portare il mare nella città capitolina...Impresa difficile? Sicuramente, ma non impossibile...Il nostro 'cavallo di battaglia' sarà  l'arco nuziale costruito con legni trovati sulla spiaggia, che devo dirlo, mi rende davvero orgogliosa! Domenica cercherò di fare tante foto per  documentare tutto il lavoro e  poterlo condividere anche con voi...




















Una piccola anteprima....
























Ciao e a presto!