Shabbyfreak    
DIY     decor     La mia vita      Matrimoni

giovedì 4 aprile 2013

Un baule pieno di sogni

Buongiorno e ben trovati! Finalmente posso mostrarvi uno degli ultimi lavori di restauro che ho eseguito e che mi rende davvero molto orgogliosa! Io amo tutto ciò che ha una storia, tutto ciò che racchiude un mistero, quel qualcosa  che non ci permette di conoscere il passato  di una  cosa!
Tempo fa mentre gironzolavo tra gli scaffali impolverati del mio "spacciatore" di antichità preferito, sono stata stranamente attirata da un vecchio baule che giaceva seminascosto sotto una pila di vecchie valigie ed altri bauli, tanto da riuscirne a scorgerne solamente metà della parte frontale ricoperta di borchie arrugginite.  Nonostante tutto, qualcosa mi diceva di prendere quel baule, portarmelo a casa e  farlo tornare al suo antico splendore! Ed è proprio quello che ho fatto, e carteggiando carteggiando eliminando così sporcizia e vecchia vernice ho fatto una bellissima scoperta... Sulle cerniere frontali è affiorata una data risalente al 1895! Non è fantastico?  Ecco qui sotto tutte le fasi della lavorazione.

 
...Che disastro! Qui ci vuole proprio olio di gomito!

Dopo averlo carteggiato, eliminando ogni residuo di vernice preesistente, ho steso su tutto il baule uno spesso strato di vernice di fondo.

Subito dopo ho applicato la foglia oro su tutte le parti in metallo: angoliere, cerniere, e fasce superiori.

Dopodiché ho preparato la soluzione di gomma lacca e ho eseguito una prima  sgrossatura a pennello su tutte le fasce in legno.

Successivamente sono passata alla lucidatura a tampone, che è quel processo che conferisce al legno quella morbidezza, quella lucentezza che ne mette in risalto l'essenza e  tutte le venature, è questa fase che amo di più, perché passaggio dopo passaggio  l'emozione cresce in me  e mi sento così felice di avere scelto di fare quello che faccio... Ciao e alla prossima!



8 commenti:

  1. BRAVISSIMA!!!!!!!!! un lavoro eccellente Lory

    RispondiElimina
  2. Ciao Manu, hai fatto un lavorone! Approfitto per togliermi un dubbio: tempo fa ho restaurato un baule molto simile dove ora conservo le coperte; non l'ho verniciato, ho applicato la gommalacca con il mordente direttamente sul legno e siccome mi sembrava una buona protezione, l'ho passata anche sulle parti in metallo. Secondo te ho sbagliato? È passato qualche anno e la gommalacca continua a tenere. È la finitura che preferisco, non troppo lucida e vellutata: secondo me valorizza il legno al massimo.

    RispondiElimina
  3. Ciao Barbara! Grazie di essermi venuta a trovare! Allora, hai fatto benissimo, perchè il mordente di per sé è già un' ottima protezione,quindi puoi stare tranquilla,inoltre se la gommalacca non è a contatto con l'esterno o con luoghi umidi non si deteriora,anche sul metallo è un ottima finitura! Sono pienamente d'accordo con te, la gommalacca è unica ed è vero che quell'effetto naturale che conferisce ad ogni cosa è davvero magico!...Mi farebbe piacere vedere qualche foto del tuo lavoro! Baci e a presto

    RispondiElimina
  4. tesoro!
    che baule strepitoso!!!!! vedrai che tutti i sogni contenuti lui dentro si avvereranno...... :)
    tvb
    V.

    RispondiElimina
  5. Mamma mia che lavorata, penso soprattutto alla doratura! Bellissimo effetto, bellissimo risultato!

    RispondiElimina
  6. Ciao Emanuela, è un sacco che non passo da qui,giusto in tempo per vedere questo bellissimo baule ritornare alla vita.
    Baci e a presto
    Maddalena

    RispondiElimina
  7. Complimenti, davvero un ottimo lavoro!

    RispondiElimina
  8. Ma dai, che fig**a!
    Bellissimo il risultato finale, è irriconoscibile!
    Complimenti, credo ti seguirò con grande attenzione :D

    RispondiElimina