Shabbyfreak    
DIY     decor     La mia vita      Matrimoni

mercoledì 19 giugno 2013

Come muovere i primi passi nel mondo del restauro: piccola guida pratica X

Buongiorno e buon mercoledì, oggi la consueta lezione sul restauro è dedicata  al campo delle riparazioni utili. 
Gli interventi di restauro più complessi e difficili da eseguire, sono quelli che prevedono interventi su mobili danneggiati che necessitano di un'adeguata riparazione.

Primo passo: un'attenta valutazione 

Nei primi interventi più strutturati di falegnameria puoi trovarti in difficoltà, per quanto riguarda l'attuazione dei passi da seguire.
In effetti, i lavori professionali di falegnameria richiedono una grande competenza e specializzazione, onde evitare di danneggiare seriamente un mobile da restaurare.
Tu puoi realizzare invece molti altri interventi, magari servendoti dei consigli di una figura professionale.
Con questo capitolo dedicato alle riparazioni quindi,  analizzeremo insieme situazioni reali di intervento con danno limitato, interventi quindi, che potrai eseguire anche tu senza troppe preoccupazioni.
Inizia con il riparare una vecchia sedia di poco pregio, un piede danneggiato, una gamba spezzata, prova a rifoderarla, sostituisci un piallaccio, elimina le macchie dal legno, prova a sagomare pezzi e finiture danneggiate, solo così puoi iniziare a farti un'idea generale del metodo con cui approcciarti al restauro del mobile.
Se all'inizio hai dei dubbi e il timore di non essere all'altezza, è solo formandoti un'esperienza pratica con pazienza e senza l'assurda pretesa di ottenere tutto subito e senza sforzi, puoi raggiungere risultati davvero soddisfacenti.

Danni alla superficie

Dipendono dall'uso quotidiano dei mobili, e sono procurati da urti causa di  abrasioni, graffi, dovuti anche eventualmente a cadute di oggetti, dall'aggressione di sostanze accidentalmente venute a contatto con il legno. 
Lo strofinio per esempio, provoca incisioni più o meno profonde sul legno e rigature sulla pittura o vernice del mobile, quando presente. 
Se il rivestimento è costituito da pittura coprente, in modo tale da non lasciare trasparire le venature del legno sottostanti, puoi carteggiare lievemente la parte interessata con della carta abrasiva a grana medio-fine. 
Sull'incisione applica poi dello stucco con una spatola riempendo tutto l'incavo. Quando lo stucco è perfettamente asciutto ripassa appena con la carta abrasiva e asporta la polvere prodotta. Riapplica quindi la pittura. Dal momento in cui la pittura nuova non è perfettamente identica a quella del mobile, ti consiglio di ridipingere tutta la superficie interessata, nonché tutto il mobile qualora ce ne sia bisogno.
La cosa capita di frequente perché l'esposizione all'aria e alla luce scurisce, o in ogni caso altera la tonalità delle pitture e risulta quasi sempre impossibile ottenere un ritocco invisibile.



Per oggi è tutto! Non perdere il prossimo post, ti spiegherò come riparare una sedia in modo  corretto e professionale...

Buona giornata!


3 commenti:

  1. I love your cute blog! Following now, stay in touch xx

    http://thedailysugar.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Hey,
    Nice post..
    Would you like to follow each other.!!
    Keep in touch
    www.beingbeautifulandpretty.com

    RispondiElimina
  3. hi.
    follow you.

    pls follow me :))

    www.beautyandfashion-makeup.blogspot.com

    thx
    xoxox

    RispondiElimina