Shabbyfreak    
DIY     decor     La mia vita      Matrimoni

giovedì 7 aprile 2011

Il guardiano del faro.-I parte

Con l'arrivo delle belle giornate primaverili già si respirano quelle fresche ventate di aria salmastra che arrivano a scompigliarti i capelli ed anche i  pensieri! Vagando per le strade della mia città  si scorgono i primi "temerari"che a spron battuto  si tuffano nelle acque ancora fredde  del Tirreno...Ma che bellezza  questo significa che l'estate e davvero alle porte!



E allora  manderei tutti i libri all'aria e me ne starei anche io a crogiolarmi sotto i caldi raggi solari, (non che io mi senta Barbie, anzi,volevo solo rendere l'idea dell'atteggiamento :) !....) Purtroppo o per fortuna questo è l'anno della tesi e quindi sarebbe meglio non "trastullarsi" tra pensieri "vacanzieri"e focalizzare l'obiettivo LAUREA! Nulla di più difficile,soprattutto quando ti capita per caso di imbatterti in un personaggio gentile affabile e sopra le righe che ti ospita all'interno della sua casa,cioè un FARO!



Potrei dire mille cose al riguardo,  ne basta comunque una: un desiderio che si materializza!



A meno che non si è nobili e si possiede un castello con torre annessa,trovo già originale abitare  uno spazio dalle mura circolari se questo poi,ti permette di svegliarti e di godere della visione del mare con i suoi colori,le sue sfumature,il suo sciabordio,di certo la giornata per me,non comincerebbe tra grugniti ed imprecazioni,e guardandomi allo specchio non noterei solamente lo stampo del cuscino sulla faccia, le occhiaie o i capelli che rispecchiano fedelmente lo stile di maga Mago'...no! Probabilmente, mi sveglierei con il sorriso,e  mi darei il buongiorno, forse,con un buffetto sulla faccia esclamando "mamma, grazie per avermi fatto così bella!" potrei persino divorare libri di archeometria così,con leggerezza  senza sentire il peso della mia ignoranza "scientifica"...




 Questo lungo preambolo,che, devo ammettere,mi è servito più che altro come pausa di "irriflessione" dato che in questo momento sono stufa di riflettere, rimuginare e ripetere , lascio questo racconto in sospeso perché,anche se il guardiano del faro e la sua  adorabile consorte,sono stati così gentile ad invitarmi a casa loro, promettendomi anche di narrarmi la storia di questo antico faro, concedendomi inoltre la possibilità di documentare gli interni  con la mia amata ma purtroppo moribonda macchina fotografica,(per le foto chiedo venia anticipatamente e posticipatamente per quelle già pubblicate),ho ancora bisogno di qualcosa,o più precisamente  di qualcuno che aumenti in maniera considerevole le potenzialità insite   nella mia version  "faccia di bronzo" che occupa dentro di me,nell'ordine "matrioska" una posizione  che definirei più che profonda "sprofondata"!  Sperando che il diretto interessato non faccia lo gnorri...Ovvio! Perché se un viaggio in solitaria è sempre affascinante, rimango comunque del parere  che condividere certe scoperte,certi momenti...certe emozioni ,ti dia la possibilità di evitare la parole "indescrivibile"o "impossibile", allargando il raggio delle eventualità di trasmettere qualcosa di buono al prossimo, cosa che al giorno d'oggi risulta sempre più difficile...Alla prossima!
P.S. Tanti auguri Viola! Dolce fiorellino mio che,per quanto se ne dica rimani un angioletto sceso sulla terra per allietare le mie giornate...zia ti adora!

2 commenti:

  1. ....lo sai che difficilmente mi dilungo a dirti quanto sei capace, quanto in questi ultimi anni è esplosa la tua creatività, quanto è diventato bello e pieno di significato il tuo modo di esprimerti e non solo in campo artistico.
    Questo blog di rappresenta.....brava brava brava!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie perche sei l'unica amica, oltre che sorella che,mi "accompagna"da tutta la vita e che per sempre,per me,resterà il "pilastro" al quale appoggiarmi ogni volta che barcollo!...T.v.B

    RispondiElimina